IL TOTEM SULLA VIA PER IL TRIPLETE

Ariagno trova i tuttineri, pronti alla sfida finale
Tra gli Amatori, è Stoca..2 – Spritziamo di Volley

Siamo alla stretta decisiva in quel del CS Lingotto: il VolleyByNight volge al termine, e bisogna decidere chi saranno i finalisti di questa 29ªEdizione. Alle 20.00 c’è subito uno scontro tra titani, coi due team più numerosi del lotto Pro. Tuttavia lo Sbronz’s Anatomy, questa sera è ampiamente rivisitato, con tante assenze, e su tutti quella del proprio responsabile, Barrionuevo. Non che se la cavino male senza una guida, ma il Black Totem, al completo non rende loro la vita facile. La gara stenta un po’ a decollare, ma si nota subito che pur tenendo la prima frazione in pugno, lo Sbronz’s questa sera non è aggressivo, e lascia ai tuttineri di Gini troppa iniziativa. La conferma la si ha nel 2°set, quando in apertura, tra ricezioni a scopa, e attacchi al gatto, il sestetto di Barrionuevo riceve una scoppola da 9-1. Non si riprende, in pratica, e il Black Totem, con Rovero che cresce assieme a Gianotti, impatta. Vacilla lo Sbronz’s e non perchè ubriaco, ma perchè subentra la classica ansia da prestazione, e con la panchina in via di composizione (arrivano da un’altra gara Barrionuevo, Antoci), non c’è ancora la possibilità di un cambio, se non l’inserimento di Macrì. Stranamente anche la Dionese non è precisa, e la Sella e la Malquì-Peña faticano a gestire le piazzate. Il Totem, invece con la Scarano a imbeccare Gini e Maraston non ha grossi problemi. Il colpo gobbo, o come dice la Castelli a bordocampo il “colpo di Ginio”, lo mette a segno il capitano del Totem, con un muro “salutato” ad una mano, per il 20-17, che prolunga la serie vincente che vale il raddoppio. Giunto finalmente in palestra, Barrionuevo cerca di spronare i suoi con le classiche frasi di rito, ma i suoi ormai sono passivi, e la difesa zoppica pesantemente, concedendo troppe free-ball che il Totem non spreca. Il set si mette subito male per lo Sbronz’s che sempre di rincorsa si logora. Solo un calo del Totem a un passo dalla chiusura pone il dubbio su un possibile tiebreak, ma un timeout è determinante per Gini e soci: palla facile e definitivo sideout che manda il Black Totem in finale e Barrionuevo a rimuginare ancora una volta sulle ragioni di un mancato successo. Molto più combattuta, perlomeno nel conto set, è la parallela prima semifinale dell’Amatori. Gli Shottini, si illudono. In realtà si sudano il doppio vantaggio ai danni dello Stoca..2, sulla carta favorito. Il team monregalese, con un Manzone carico e la Molino in palla, parte bene, e anche Bottero inizialmente è difficile da marcare per i verdi della Barra. Bramante non basta, in avvio, e qualche incertezza fa si che nel tira e molla dei primi due parziali, siano Manzone e compagni a vincere, mettendo alle strette lo Stoca. Sembra fatta, e forse è qui il punto di svolta, negativa per i monregalesi. I verdi crescono con le giocate tra Gentile e il duo Bramante e Giuliano. Poi la Monja sfodera la sua battuta tesa, che mette in croce la ricezione de gli Shottini, e dal 3°set, l’equilibrio si capovolge. I sei di Manzone s’irrigidiscono, sale la tensione e la percentuale d’errore, ed ecco che la fuga dello Stoca..2 supera il parziale, il successivo (4°), e arriva sul traguardo con ampio margine, portando Barra e soci alla seconda finale, consecutiva. Chi ha uguale fame di vittoria è Ariagno, che però col Villa Volley, potrebbe trovar pane duro per i propri denti. Viceversa qualcosa non funziona nei meccanismi generalmente ben oliati del Villa, e il Sanbe, dopo l’iniziale fase d’assestamento, con una Nizza stasera in gran spolvero soprattutto al servizio, recupera e poi allunga a sua volta. Scassa non è marcato a dovere, Magro trova corridoi vuoti, e le repliche principalmente di Aghemo, non sono sufficienti per ripianare il 1°set. Nella 2ªfrazione, qualcosa cambia, tra i villastellonesi, e l’approccio è maggiormente propositivo. Ariagno e compagni accusano un po’ d’accidia, e la Calì da bordocampo li incita a metter maggior grinta. Si sembra orientati verso il pari, ma un’altra serie d’errori in copertura del Villa quasi riporta in linea di galleggiamento il Sanbe. Per loro fortuna ciò non accade e un servizio errato di Scassa manda tutti al 3°set, in parità. Il copione resta lo stesso, e sembrano due squadre un po’ imballate. Gl’uomini dal lato giallonero non ingranano, e allora la Nizza al grido “devo far punti io!”, gioca mani-dentro e tira teso il servizio. Il Villa con De Masi che torna ad esser efficace, tiene il set, fin quando Ariagno non indovina il cambio, reinserendo Scassa, che anche dal centro si dimostra vincente, e ricuce lo strappo. Fracchia, dalla panchina, non chiama il secondo timeout, e Ariagno e compagni possono così scattare nuovamente e raddoppiare. É il colpo del KO, perchè il Villa rientra, ma senza la sua classica verve, e anche l’ingresso a metà parziale di Fracchia con le sue guasconerie, non ridesta dal torpore il team gialloblù. Il set scorre via senza troppi colpi di scena, e si chiude con un muro della Nizza, ed una diagonale di Scassa. Ed ora il “Triplete” è lì, a pochi passi, dietro il Totem. L’ultima gara della serata ad iniziare, in realtà finisce presto, quasi in partenza. Gli Svalvolati, per la Semifinale, sono privi della regista, e i riarrangiamenti tattici non aiutano. Smorgon, la Gho, in palleggio non si dimostrano pulitissimi, e la gara è una “breve” sofferenza. Lo Spritziamo di Volley ne approfitta, anche se gli Svalvolati non sono per nulla remissivi e cercano con ogni mezzo di arginare Giordano e Caponigri. L’apporto di Hu e della Gaggero al servizio, però superano i tentativi di Rainero, che stremato dalla maratona di questi giorni, non può fare miracoli. I finali, eccetto il 2°set, sono tutto sommato vicini, e questo fa ulteriormente rammaricare Smorgon per la malasorte che non gli ha concesso di giocarsi tutte le carte per ambire alla Finalissima; per il sestetto della Jiang, invece, da prossimo esordiente, la fortuna di non aver dovuto spendere oltre il necessario, in vista di una finale decisamente aperta ad ogni pronostico. Quindi, appuntamento a domani, per l’ultimo atto del VolleyByNight 2017, e che vincano i migliori!

TagMA