VIA AL TOUR DE FORCE!




Inizia la settimana decisiva e c’è già chi cede
Qualche eliminazione eccellente tra turni “agevoli”

Parte con questo Lunedì l’assalto alle finali del 29°VolleyByNight. Tante ancora le pretendenti dal lato amatoriale, che sono ancora ai Sedicesimi, nel loro durissimo percorso (praticamente una gara al giorno..). Già dalle 20 è subito partita dura, tra VBC Prugne e #Escile. Parte forte il sestetto della Politano, che pur rivisitato, trova un avversario spaesato, che commette un’infinità d’errori. I Gottardello si impongono, e il VBC Prugne pare in balia dell’#Escile. Ma nel 2°set qualcosa cambia, e acceso Mirai, il VBC Prugne torna a essere pericoloso. L’#Escile non molla, ma a metà set Bernardi e i suoi accelerano e pur con una flessione sul finale, portano la gara al 3°col mani-out di Mirai. Il colpo mette alle corde l’#Escile, che al rientro in campo, non si raccapezza più, e s’attarda. Ci prova la Politano con qualche cambio, ma la coperta è corta e non consente troppi aggiustamenti, e intanto il VBC Prugne se ne va, e stacca il pass per gli Ottavi, rilanciando in parte le proprie velleità di riconferma. Cede invece, senza spiegazioni, l’#Unlitrodibirra. I gialli della Improta, chinano il capo contro un Amici di Mimmo, tutto sommato non nella propria miglior serata. I sei della Rallo, infatti non devono praticamente mai forzare, anche perchè questa sera la continuità non è proprio nelle loro corde. L’#Unlitrodibirra, di contro, è come se non scendesse in campo: Spertino e Sorce non riescono a ingranare, e soprattutto la ricezione fa acqua. Il 1°set è una Caporetto, il 2° un po’ più vivo, ma non vivace, e Improta e i suoi non vi credono praticamente mai, mentre con Bosetti e Boari gli Amici di Mimmo puntano dritti verso il passaggio del turno. Ancor più spediti vanno a bersaglio Rosato ed i suoi, subito dopo. Il Lucciole per Lanterne resiste grazie al buon servizio della giovane Rota, ma lo Sbattimi in Panchina è comunque meglio organizzato e con qualche mano più pesante e mette al sicuro il vantaggio. Nel 2° il sestetto di Rosato sbraca un po’, e commette tanti errori, e per un buon tratto resta anche in difetto. Tuttavia Pinna si trova con la Cavaglià e passa bene da postoIII, e recuperati gli avversari, lo Sbattimi in Panchina allunga e chiude la pratica sul 2-0, raggiungendo l’equipe della Rallo agli Ottavi. Nel mentre, anche la Bussola passa il turno, ed elimina l’A.S.Matici, che arriva stremato al capolinea. Il team di Benefazio, comunque, si spreme e mette Teglia e i suoi in difficoltà. Fileccia e la Pasquariello devono impegnarsi, ma alla fine la stanchezza e le relative velleità residue dell’A.S.Matici spianano la strada alla Bussola, che ora però dovrà alzare il tiro contro gli Shottini. Una “formalità”, anche per lo Spritziamo di Volley la parallela gara con l’E Lì Chi C’è?. I sei di Bresca e Miglietta, nonostante la resistenza in difesa, di Bresca, che cerca di tener su qualsiasi pallone (sia questo o no nella propria zona..), devono capitolare sotto le incursioni di Hu e Caponigri, e soprattutto i servizi di Forno e la Gaggero, che creano i gap più evidenti. Chiude un ace, ovviamente, della Binetti, e i viola lasciano il torneo, mentre per i sei della Jiang, s’inizia a fare sul serio, contro la Vecchia Fattoria. Chi delude, invece, un po’ le attese, è il Beverly Inps. Il sestetto di Vacchina, parte male, ma anche negli scorsi incontri non aveva fatto dei set d’apertura il suo marchio di fabbrica. Questa volta, però, con Mainardi dalle polveri bagnate, stenta a decollare. Il Drink Team, invece, questa sera risponde bene alle imbeccate della Crosetto, e con Montarulo va via relativamente liscio. Il 2°set segue la falsariga del 1°, e  poco alla volta il Beverly Inps viene distanziato, e il Drink Team può controllare e intascarsi il raddoppio che vale un incrocio teoricamente “morbido”, ma contro un Probabilmente in 6 che ha già sovvertito un paio di pronostici non proprio favorevoli, e non va dunque sottovalutato. Analoga sorte dei “previdenziali”, tocca ai Pigiapalle. I pigiamati, dopo un paio di discrete gare, questa sera restano al palo, e non riescono ad esprimersi. Lo Stoca..2, sì è un cliente scomodo, anche perchè l’infortunio di Cergna ha concesso un cambio che li fa “cadere in piedi”, con Stefano Bramante; tuttavia non si spiega la totale remissività del sestetto della Carta. Camana, e Caricato, poi, non riescono a trovare il campo, e perse le due bocche da fuoco principali, per Carta e compagni la gara si complica. Barra e i suoi, invece, testano il neoentrato, e qualche arrangiamento tattico, anche perchè i Pigiapalle di fatto si vedono appena nel 1°set, poi il vuoto. Per i pigiamati, dunque, una pessima chiusura di torneo, come l’apertura (fa notare la stessa Carta..); per lo Stoca..2, un facile approdo già ai Quarti, con un giorno per potersi riposare. Invece per tutti gli altri, poche ore di relax, e subito in campo, domani, nell’estenuante maratona per conoscere chi si prenderà i rispettivi podi, tra Amatori e Pro, in questo VolleyByNight 2017.

TagMA